Il Milan ringrazia André Silva per la vittoria di Genova col #Genoa e i 3 punti vitali in ottica Europa, che permettono alla squadra di #Gattuso di preparare con la giusta testa il delicato ritorno degli ottavi di Europa League con l’#Arsenal di Londra, dove i rossoneri dovranno provare a ribaltare il 2-0 subito a San Siro. Per un Milan che vola sul campo, c’è un Milan che lavora dietro la scrivania per sistemare le questioni finanziarie.

NUOVO PRESTITO LI – Come scrive la Repubblica, le preoccupazioni finanziare restano vive in casa rossonera. Il presidente milanista Yonghong Li, tornato in #Cina dopo lo scorso weekend vicino alla squadra, ha ricevuto un prestito da 8,3 milioni dollari da una società delle #Cayman, prestito scaduto il 28 febbraio e rinnovato al tasso del 24% con Huang Qingbo, moglie di Li, come garante.

DEBITO – Inoltre c’è sempre il solito rifinanziamento con #Elliott da affrontare. Fassone conferma che il verdetto da consegnare alla Uefa (se ci sarà il rifinanziamento o meno) arriverà entro metà aprile; due sono le strade da perseguire: l’emissione di bond o lo spezzettamento, con l’intervento di una decina di fondi e con la novità, sempre secondo la #Repubblica, della garanzia di una o due banche italiane: l’ultimo nome è quello di #Unicredit. Il Milan va avanti, in campo e fuori.