Un patto di ferro con il Diavolo

Angel #Correa insiste da giorni, vuole soltanto il Milan. Una priorità totale anche nel momento di stallo per l’operazione che doveva portarlo in rossonero: era praticamente tutto fatto con l’#Atlético Madrid per 40 milioni più bonus, proprio su quei bonus si è incagliato l’affare fino a diventare congelato per via della cessione saltata di André Silva al Monaco. Nel frattempo, l’#Atlético si è accordato proprio con lo stesso Monaco per cedere #Correa a 55 milioni garantiti convinto di realizzare quell’incasso, ovvero poco meno della cifra che avrebbe ricevuto dal Milan (con bonus compresi) – Casa Milan

IL PATTO – Il problema per la dirigenza dei #Colchoneros è che Angel ha rifiutato il Monaco, non intende accettare e dà massima priorità al Milan. Un patto di ferro con i rossoneri ribadito nella riunione di ieri con il suo agente Augustin #Jimenez, presente a Casa Milan proprio per confermare il quinquennale da oltre 3 milioni all’anno già pronto ma soprattutto per blindare la scelta, solo Milan oppure #Angelito sceglie di rimanere a Madrid. L’Atlético ha preso nota ma è irritato, pretende la stessa cifra che avrebbe incassato dal Monaco, si è irrigidito e la situazione tra società è complicata a causa della questione prezzo e della scelta irremovibile dell’argentino. Braccio di ferro in corso, #Correa non molla e ha scelto il Milan.

Via due Terzini- Esuberi da vendere, che possono portare fondi importanti da investire sul mercato. Manca un mese alla fine della finestra estiva, un tempo sufficiente per permettere al Milan di lavorare e chiudere gli ultimi colpi. Nella testa di #Boban-Maldini-Massara c’è l’idea di regalare a Giampaolo un centrocampista di qualità (#Praet) e un attaccante che possa giocare sia accanto a #Piatek, sia da trequartista (Correa), due arrivi, per ovvie ragioni di bilancio, legati alla cessioni. Per comprare (ancora) il Milan deve vendere e fare cassa, soldi che potrebbero arrivare dagli addii di André Silva (attenzione al #Southampton), Kessie, Biglia e di due terzini.

A sinistra, infatti, c’è grande affollamento. Theo Hernandez, arrivato dal Real Madrid, si è aggiunto a Ricardo Rodriguez, Diego #Laxalt e Ivan Strinic, arricchendo la categoria “terzini sinistri”. Ora sono in quattro per una maglia, francamente troppi, due di questi sono destinati a fare la valigia. Molto dipenderà dalle offerte ma ad oggi chi ha meno chance di partire è lo svizzero, arrivato due estati fa dal #Wolfsburg. Ricardo piace a Giampaolo, che ne apprezza l’applicazione e la duttilità, non sono invece delle prime scelte #Laxalt e Strinic. Entrambi sono sul mercato, il primo ha corteggiati in Premier League (in quest’ottica la prossima sarà una settimana decisiva), per il secondo si cerca una soluzione. Insieme costano al Milan circa 7 milioni di euro lordi d’ingaggio a stagione.