Si sblocca il mercato dell’Inter: Tre i rinforzi

Entro questa settimana, Nicolò #Barella diventerà un giocatore dell’Inter. Questi sono, ragionevolmente, i tempi della chiusura di una delle telenovela di mercato che vanno avanti da tempo. Ieri il vertice tra l’Inter e il Cagliari, con protagonisti Beppe Marotta e Tommaso #Giulini: accordo trovato per l’arrivo a Milano del forte centrocampista sardo. La Gazzetta dello Sport conferma i dettagli: “Il #Cagliari è sceso dalla richiesta di 50 milioni a una cifra di 45 più bonus, questi ultimi di non semplice realizzazione – si legge -. L’#Inter ha virato fortemente, rispetto all’ultima offerta di 36 milioni più 4 di bonus. Ha alzato la cifra proposta, ma mettendo in piedi un’offerta diversa, spacchettando l’operazione in due tranche. Da acquisto a titolo definitivo il club nerazzurro ha proposto un prestito oneroso per una cifra tra i 10 e i 12 milioni e un riscatto obbligatorio tra un anno che arrivi a garantire al #Cagliari 40 milioni (dunque 28 o 30 milioni di riscatto), oltre a una cifra di bonus pari a 5 milioni. In soldoni: siamo praticamente vicini sulla valutazione, il nodo resta la formula. L’a.d. Beppe #Marotta e il d.s. Piero #Ausilio ora discuteranno dei contorni dell’operazione con il presidente, Steven #Zhang. Il prossimo vertice, atteso già tra domani e giovedì, dovrebbe essere quello della definizione dell’affare”. – L’Inter di Conte

Dopo Barella, sempre restando al centrocampo, l’#Inter provvederà a trovare una sistemazione agli esuberi Joao MarioBorja Valero e, soprattutto, #Nainggolan. “Per il belga resta in piedi l’ipotesi Cina: non c’è chiusura a priori da parte del centrocampista, che però vuole sentirsi libero di valutare l’offerta economica e anche quella sportiva, alla ricerca di un club che non sia di seconda fascia” E a quel punto ecco l’affondo per un altro tassello che andrebbe a completare il reparto mediano del campo. “Con un giocatore che abbia nelle gambe una buona confidenza con il gol – puntualizza la Gazzetta -. L’opzione #Vidal non va dimenticata, ma non è l’unica. Magari serviranno altre telefonate di #Conte, le stesse che hanno convinto #Barella a dire no alla Roma e a vivere in totale relax gli ultimi giorni di vacanza in Sardegna”.

Lukaku: pronta l’offerta formale per lo United – L’Inter si prepara a fare un passo importante per portare Romelu #Lukaku alla corte di Conte. Il momento clou della trattativa si avvicina, come conferma la Gazzetta dello Sport: “Romelu è volato a Perth, in Australia, con lo United, ma #Solskjaer è stato molto chiaro prima della partenza: il belga non è la prima scelta del tecnico, che ha dato l’ok al suo addio – si legge -. Ed è qui che entra in scena l’Inter: #Marotta è pronto all’incontro con la dirigenza inglese, che potrebbe arrivare già in questa settimana. Lo United parte da 83 milioni, i nerazzurri stanno studiando le modalità di un’offerta inferiore (60 milioni) che possa comunque accontentare i Red Devils“.L’Inter di Conte

Dzeko rompe coi tifosi

“Zero sorrisi, occhi coperti da lenti scure e nessuna voglia di fermarsi a fare le foto con i fan. «Mi fate passare?» ha detto Edin #Dzeko a chi gli chiedeva informazioni sul futuro. Non erano molti ad attenderlo a Villa Stuart, ma erano romanisti col cuore pieno di dubbi e il timore di perderlo. Una situazione che, se paragonata al fiume d’amore sgorgato a #Sabaudia nel weekend per lo show di Totti con il padel, diventa lo specchio di un ambiente sottosopra. È un mondo, quello giallorosso, in cui il presente dà preoccupazioni e il passato rassicura. «Edin, resti a #Roma?» la domanda rivolta. No comment. L’attaccante bosniaco è sembrato ancora una volta molto nervoso, come spesso lo è stato durante l’ultima tormentata stagione: un’annata sportiva in cui si è parlato di lui più per i litigi coi compagni che per i gol segnati. Il bomber vuole cambiare aria e adesso ci sono anche delle conferme ‘pubbliche’“. Questo quanto racconta il Corriere dello Sport circa il primo giorno di ritiro per #Dzeko, desiderio di Antonio #Conte che lo vorrebbe prima di subito alla sua corte. 

Il quotidiano romano conferma la grande voglia del bosniaco di sposare la causa nerazzurra e di lasciare #Roma. “Perché se i rumors di mercato possono essere smentiti, i comportamenti in piazza rendono la situazione osservabile in maniera quasi oggettiva – si legge -. Alle visite mediche di ieri presso la clinica di fiducia della #Roma il centravanti non ha degnato di uno sguardo i tifosi presenti, tirando dritto per la propria strada. L’unica frase pronunciata («mi fate passare?») mette ancora più distanza tra sé stesso e la gente. Non si è concesso ai selfie e neppure ai microfoni dei cronisti presenti. I tifosi gli hanno intonato dei cori: «Olè olè olè, Dzeko Dzeko» e «#Dzeko uno di noi!». Un ragazzo l’ha rincorso e gli ha messo una sciarpa giallorossa intorno al collo. Niente. Il muro di ghiaccio eretto dal #Cigno di Sarajevo non s’è sciolto. Nessuna reazione positiva, nessuna apertura, nessun sorriso. Avesse seguito la testa, per il momento che sta vivendo, probabilmente non si sarebbe neppure presentato all’appuntamento. Ma sulla professionalità di #Dzeko non si discute. Su questo punto il bosniaco è inattaccabile”. Puntualissimo e in perfetta forma: tra i migliori nei test.L’Inter di Conte

“Il nuovo ds #Petrachi aveva avvisato che «la Roma non si farà strozzare da nessuno». No ai ricatti, dunque. Quel messaggio era indirizzato soprattutto a Edin, al suo entourage e ai nerazzurri – ribadisce il #Corsport -. La Roma è disposta ad accontentare le richieste del suo centravanti inquieto (in scadenza a giugno 2020) ma solamente se l’acquirente si dimostrerà disponibile a rispettare anche le condizioni giallorosse. Da quanto filtra la prossima offerta dell’Inter dovrebbe salire a 13 milioni più una contropartita e non è detto venga accettata”.


Icardi: la Juve lo valuta 40-45 mln.

Il Corriere dello Sport racconta di un viaggio di Andrea #Agnelli domenica scorsa in direzione Ibiza. Obiettivo: Mauro #Icardi. Lì è di casa Gabriele Giuffrida, l’agente Fifa che sta lavorando al possibile trasferimento dell’argentino in bianconero. “#Radiomercato ha parlato di un incontro tra il numero uno bianconero e il procuratore, un faccia a faccia che però è stato smentito perché Agnelli era lì per motivi familiari ed è ripartito ieri mattina con un volo privato – si legge -. Di certo c’è che la #Juventus, dopo aver preso Rabiot e Ramsey, non pensa solo a De Ligt, ma vuole anche Icardi. Quest’ultimo è stato messo alla porta dal club di Suning e, anche se ieri ha pubblicato su #Instagram le sue foto a Lugano con la maglia da allenamento (oltre a far filtrare tramite il suo entourage che non vuole andarsene), pare destinato a lasciare Milano. Il #Napoli sta lavorando sulla “pratica” da giorni e spera di spuntarla sulla Juve: ha pronta un’offerta superiore a quella che ha in mente #Paratici e, se l’Inter potesse scegliere, venderebbe Maurito più volentieri a De Laurentiis che ad Agnelli. Anche perché nell’operazione con il club bianconero non rientrerà #Dybala. La Joya, che a Conte piace, ha fatto sapere che intende restare alla corte di #Sarri”. Fin qui la cronaca. Ben presto si potrebbe passare a ragionare sulle cifre. Secondo il quotidiano romano, la Juve partirà da una valutazione di 40-45 milioni, ma la richiesta dell’Inter è di 60-70. E sullo sfondo resta il #Napoli, che fiuta il grande affare. Partita apertissima.
L’Inter di Conte