Inter scatenata sul mercato: maxi operazione per la Champions

Se Radja #Nainggolan approderà all’Inter, la giornata di ieri sarà ricordata forse come quella decisiva. Eh già, perché proprio 24 ore fa c’è stato il primo reale contatto tra i nerazzurri e la Roma per parlare del belga. Lo svela la Gazzetta dello Sport: “Dopo settimane di manovre di avvicinamento tra le parti, portate avanti anche dall’agente del belga Alessandro #Beltrami – ora in Russia per il Mondiale –, ieri i direttori sportivi di Inter e Roma, Ausilio Monchi, si sono parlati – sussurra la rosea -. Una chiacchierata proficua, il segno dell’inizio di una vera trattativa. Di solito, nel gergo del calciomercato, quando le società si arrivano a parlare direttamente, vuol dire che il più è stato fatto. Vuol dire che si tratta di trovare l’incastro giusto, ma l’intenzione di arrivare a una soluzione condivisa c’è da entrambe le parti. Ecco, su Nainggolan lo stato dell’arte è proprio questo. Tra Monchi e Ausilio il rapporto è di vecchia data (leggasi operazioni passate come Jovetic Banega): non c’era ghiaccio da sciogliere, insomma, solo una quadra da trovare”.
Insomma, l’operazione è stata stappata. Adesso bisogna rintracciare una soluzione corretta per le tre parti in causa. Ma si sa: quando tutti vogliono lo stesso finale, alla fine l’accordo lo si trova. “La #Roma parte da una valutazione di 35-40 milioni di euro per il Ninja, l’Inter ha ribadito a Monchi un’offerta da 22 milioni, ai quali aggiungere – una necessità anche per ragioni di plusvalenze in ottica fair play finanziario – uno o più giovani del vivaio. Giovani che la Roma sta valutando, anche se alcuni baby interessanti sono già stati ceduti dall’Inter con diritto di recompra e su altri ancora sono ben avviate trattative con altri club – puntualizza la Gazzetta -. Tra i nomi quelli di Zaniolo e #Pompetti, rispettivamente trequartista e centrocampista della Primavera campione d’Italia”.Un nuovo summit tra i club è previsto per la prossima settimana. Sia Inter che Roma vorrebbero non far diventare questo affare una telenovela estiva, ma chiuderla in tempi relativamente brevi.

Radu-Valietti via per 13 mln (e recompra)

Radu più #Valietti al Genoa per un totale di quasi 13 milioni e con diritto di riacquisto. Lo conferma il Corriere dello Sport, che poi sottolinea pure l’inserimento nell’operazione del cartellino di Eddy #Salcedo e di Laurens Serpe, che dovrebbero fare il percorso opposto. “Per entrambi la formula sarà prestito con diritto di riscatto; resta da capire se annuale o biennale – spiega il Corsport -. Saranno inizialmente aggregati alla Primavera anche se soprattutto il primo si allenerà con la prima squadra. Non a caso il suo diritto di riscatto sarà parecchio alto: 15 milioni. No alla cessione di #Emmers, che resterà. Per il momento il Genoa non ha affondato per #Pinamonti, la cui valutazione rimane per l’Inter di 7 milioni. Il Leganes è interessato, ma Raiola lavora su altro (Ajax?# Roma?)”.

Aleix Vidal: prestito con diritto per meno di 10 milioni

Per la fascia destra di difesa torna a galla un vecchio pallino di Piero #Ausilio: c’è l’interessamento dell’Inter per Aleix Vidal. Lo svela la Gazzetta dello Sport. Sarà lo spagnolo l’erede di Cancelo? “Ventinove anni ad agosto, ha dalla sua una duttilità che l’ha portato a ricoprire tutti i ruoli della fascia. E, ingrediente che non dispiace, è un’operazione non troppo dispendiosa: nell’ultima Liga con il #Barcellona Vidal ha messo insieme appena 452 minuti complessivi, in blaugrana è ai margini e i catalani sono disposti a lasciarlo andare in prestito con diritto di riscatto per una cifra inferiore ai dieci milioni. Chiamasi occasione, l’Inter è pronta ad affondare, per regalare a #Spalletti una certezza in più”.
La svolta della carriera, dopo un lungo peregrinare, arriva nell’#Almeriain Segunda. “Il Maiorca B è retrocesso ma Vidal ha impressionato Lucas #Alcaraz, il tecnico andaluso – ricorda la Gazzetta -. Che gli offre l’ennesima chance. Aleix, interno convertito in fascia, piazza 41 gare e 5 gol alla sua prima stagione intera in B. L’anno dopo, 2012-13, l’Almeria vince i playoff e lui (7 reti) raggiunge la Liga a 24 anni. Il #Siviglia di Unai Emery lo prende per 3 milioni e Vidal scopre addirittura l’Europa. League non Champions, va beh, ma per lui è già il paradiso. #Emery gli insegna che può fare anche il laterale basso, il terzino destro, e non solo l’ala, ruolo che lui preferisce però. Concetti che apprenderà ancora meglio a #Barcellona dove dovrà sostituire un certo Dani Alves. Intanto a Siviglia vince l’Europa League 2015, dopo una prova superlativa in semifinale contro la Fiorentina quando firma due gol e un assist per Gameiro. Quando parte in velocità non lo ferma nessuno. Il suo destro è chirurgico, ama il contropiede. A gennaio scorso l’avevano cercato il Napoli e la #Roma di Monchi, il suo mentore a Siviglia. Ma Vidal aveva insistito per voler restare a Barcellona. Che farà stavolta, dirà ancora no?”.

William Carvalho: a zero sarebbe un colpaccio

L’Inter sta seguendo con grande attenzione quanto sta accadendo a Lisbona con William #Carvalho. Il motivo? Il centrocampista, da tempo nel mirino di Piero #Ausilio, è tra i giocatori che ha avviato le pratiche per svincolarsi dal club per i noti fatti di cronaca. “Qualora le sentenze dovessero dargli ragione, il suo acquisto sarebbe benedetto anche per la lista #Champions, considerato che non ci sarebbero controindicazioni nell’inserirlo tra i 22 arruolati per giocare in Europa”, spiega Tuttosport, in riferimento al fatto che arriverebbe a parametro zero. “La questione è però da prendersi con le pinze perché l’Inter non vuole trovarsi al centro di contenziosi con la Fifa: in tal senso fa scuola il precedente di Lassana #Diarra che Ausilio aveva bloccato (facendogli fare pure le visite mediche), ma ha poi mollato quando l’ufficio legale del club ha ravvisato il rischio, tesserandolo, di andare incontro a una denuncia”, si legge.

Candreva, un rinnovo funzionale al FFP

Antonio Candreva e l’Inter avanti fino al 2021: il rinnovo è cosa fatta. “Non c’è l’ufficialità, che arriverà più in là, al più tardi quando il giocatore sarà rientrato dalle vacanze. Ma il più ormai è stato fatto: #Candreva spalmerà l’ingaggio da 2,2 milioni di euro a stagione su un ulteriore anno”, spiega al Gazzetta dello Sport.
“Ragionamento non banale: l’accordo aiuta infatti l’Inter nei discorsi di fair play finanziario, abbassando dunque il monte ingaggi dell’attuale organico e riducendo anche il costo a bilancio del giocatore (al 30 giugno, considerato l’ammortamento, il valore sarebbe di 11 milioni) – spiega la rosea -. Mossa, questa, propedeutica anche a successivi e possibili discorsi di cessione. Sì, perché #Candreva non va considerato del tutto fuori dal mercato con il rinnovo. Per lui l’Inter è disposta ad ascoltare offerte, ad oggi non ancora pervenute. Si sussurra di interessamenti da parte di alcuni club inglesi – #Tottenham su tutti – ma non ci sono conferme in tal senso. Di certo c’è che, in caso di nuovo arrivo nel ruolo di esterno destro offensivo, uno tra l’esterno azzurro e #Karamoh pare destinato a partire”.