Incredibile: Icardi a un passo dal Milan! Ecco le cifre dell’affare

Sognare non costa nulla, si dice… Ma se, in questo caso, il sogno si dovesse realizzare, ne varrebbe sicuramente la pena anche se potrebbe costare più di 100 milioni di euroMaurito Icardi al #Milan? Difficile e, al momento, quasi impossibile. Ma fra i due litiganti (#Inter e #Juventus) potrebbe trarre non pochi vantaggi proprio il club rossonero. La situazione è nota e abbastanza chiara. Il bomber argentino è tuttora a #Parigi con la formula del prestito che prevede, in caso di riscatto, un indennizzo di 70 milioni di euro. Ma nel caso in cui #Icardi dovesse essere poi dirottato su un’altra piazza della Serie A, all’Inter spetterebbero 15 milioni supplementari. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, la ristrutturazione che ha in mente Elliott potrebbe prevedere anche una mossa clamorosa. RITORNO IN A – Si tratterebbe di un’operazione costosissima (siamo intorno ai 100 milioni), ma occhio al possibile scenario. Icardi è attualmente in prestito al #Paris Saint-Germain ma avrebbe già deciso di lasciare la #Francia al termine della stagione. Stando all’indiscrezione riferita dal noto quotidiano sportivo, Wanda Nara, moglie e agente dell’attaccante, sarebbe intenzionata a riportare il marito in Serie A. La #Juventus resta un’opzione credibile, ma l’Inter non vorrebbe rischiare di rinforzare una diretta rivale.

Ecco perché Icardi al Milan è possibile

Quindi il destino di Icardi (ancora legato all’#Inter con un contratto in scadenza il 30 giugno 2022) può diventare ingombrante per il club nerazzurro. Fino all’ultimo minuto del mercato estivo 2019, #Icardi sperava di poter essere reintegrato da Antonio Conte che, invece, ha sottoscritto il diktat della società. Tornerebbe di corsa all’Inter, ma la coesistenza con #Lukaku sarebbe ingombrante. La Juventus potrebbe essere un’ipotesi accettabile. E il #Milan? Nonostante la pandemia scatenata dal Covid-19, il Fondo #Elliott poggia sempre su basi finanziarie molto solide. Paul e Gordon #Singer non hanno intenzione di vendere il Milan. Ma la squadra deve essere nuovamente ricostruita e rilanciata. Con un leader vero, che faccia la differenza in campo. Ma anche fuori. Riattivando la linfa vitale degli sponsor, a maggior ragione in una fase post Covid-19 che rischia di fare grossi danni a lungo medio-termine.

Fra l’altro il restyling rossonero prevede un cambio importante in panchina. Le quotazioni di Ralf #Rangnik sono in calo. Il rinnovo del contratto di Stefano Pioli è legato solo ed esclusivamente ai risultati. All’orizzonte c’è, invece, Luciano #Spalletti al quale si deve la miglior stagione assoluta (a livello di gol) di Icardi. La prima (2017-2018, 29 reti) del bienno del tecnico di Certaldo che poi, in quella seguente, stigmatizzò apertamente l’atteggiamento dell’Inter che, ingaggiato #Marotta il 3 dicembre 2018, decise di fare terra bruciata intorno all’attaccante argentino costringendolo all’esilio forzato. Fra l’altro #Spalletti ha conquistato con l’Inter per due volte di fila la zona Champions League grazie anche ai 40 gol spalmati nei due campionati da Mauro Icardi.