Incidenti di Liverpool: Escluso dalle Coppe, Ora può succedere di tutto

Ora può succedere di tutto, perché ci stiamo addentrando nell’imponderabile. Secondo una proiezione credibile la #Roma non rischia l’esclusione dalle coppe europee, almeno in base alla giurisprudenza #Uefa su casi analoghi ma potrebbe viaggiare per un po’ senza tifosi al seguito o essere punita con la chiusura di uno più settori dello stadio. Potrebbe però anche cavarsela con una multa o una diffida. Bisogna solo attendere: le sanzioni Uefa saranno ispirate dal referto degli ispettori internazionali sulla sicurezza (erano otto a #Liverpool) che riceveranno e recepiranno i report dalla polizia locale e poi scriveranno alla centrale operativa di #Nyon.
Notizie sempre più preoccupanti da Liverpool dopo gli scontri tra i tifosi dei Reds e quelli della Roma, che hanno portato l’Uefa a preannunciare seri provvedimenti: peggiorano infatti le condizioni di Sean Cox, cittadino inglese di 53 anni aggredito a terra da un gruppo di tifosi giallorossi e ricoverato all’Ospedale Walton Neurologica Centre. La famiglia dell’uomo ha infatti riferito ai media britannici che il tifoso del Liverpool si trova ora in coma con danni cerebrali. La moglie, secondo altri parenti sentiti dal Mirror e dal Liverpool Echo, si sta chiedendo in queste ore “se non sia il caso di lasciarlo andare”. Per la vicenda sono stati arrestati due sostenitori romanisti, accusati di tentato omicidio, ma – dicono i familiari – l’aggressione sarebbe stata compiuta da “13 teppisti”.