Dopo De Rossi, altro clamoroso addio in casa Roma: due ipotesi …

Il contatore è arrivato alla fine. Stop, non ci sono più giri, non c’è più speranza. Francesco #Totti ha deciso e lunedì darà il suo addio definitivo alla Roma. Lo farà con una conferenza stampa convocata al Coni, presso il Salone d’Onore, nel primo pomeriggio. Lì #Totti spiegherà i suoi perché, i motivi che lo hanno portato a una scelta sofferta e dolorosa. Per la #Roma, dopo l’addio di Daniele De Rossi, è un altro colpo al cuore. E probabilmente pure alla sua immagine, anche internazionale, considerando che l’ex capitano giallorosso un po’ in tutto il mondo è identificato come l’unico capace di rappresentare universalmente il mondo romanista.

Quel che era ancora una speranza fino a questa mattina, e cioè che #Totti potesse ripensarci, è svanita pian piano, fino a diventare certezza. A Totti non è mai piaciuto essere tenuto ai margini delle decisioni, anche le ultime, come le scelte di Paulo #Fonseca e quella – molto probabile – di Gianluca #Petrachi. Ma la goccia che ha fatto definitivamente traboccare il vaso è stata proprio l’intervista rilasciata ieri dal presidente James #Pallotta ai canali ufficiali del club. Parole che hanno suscitato in lui esattamente il contrario dell’obiettivo che si era invece prefissato il numero uno della #Roma. Pallotta voleva convincerlo a restare, riconoscendogli pubblicamente meriti e capacità.

I riferimenti a Franco #Baldini, però, non hanno fatto altro che indispettire ulteriormente il capitano giallorosso, che l’ha decodificata come un’ulteriore provocazione. Il senso dei pensieri di Totti è sostanzialmente quello di non poter contare dove vorrebbe contare. Così, dopo 30 anni di #Roma Francesco Totti ha deciso di dire addio. Il suo feeling con la dirigenza americana non è mai stato eccezionale, i rapporti spesso difficili e complicati. Lunedì dirà tutta la sua verità, probabilmente levandosi anche qualche sassolino che gli dà ancora fastidio. E sperando, un giorno, di poter tornare. Ma a modo suo. E, magari, con Daniele De Rossi al suo fianco.